Cosa Vedere a Costa azzurra


Guida di Costa Azzurra, Francia


Autore: wit








Costa Azzurra Luoghi E Suggestioni, Francia

Nella cosiddetta regione PACA (Provenza-Alpi-Costa Azzurra) si distende un territorio che, tra il mare e le Alpi Marittime, offre una fantastica varietà paesaggistica, con un clima godibile in tutte le stagioni e luoghi adatti a pressochè qualsiasi tipo di vacanza, che sia mirata alla mondanità, all’esplorazione naturalistica, alla cultura o al turismo bio.

Cannes

Difficile pensare, quando si vedono gli yacht ormeggiati alla Pointe Croisette, alla Cannes del diciannovesimo secolo, quand’era un piccolo villaggio di pescatori. Nel 1834 un certo Lord Brougham se ne invaghì al punto da costruirsi qui una villa. Come sempre accade, da cosa nasce cosa: da lì a pochi anni sorsero infrastrutture di trasporto, alberghi di lusso, il casinò e nacquero il celebre festival cinematografico internazionale, i golf e yacht club, i locali glamour e le spiagge chic che avrebbero contribuito a rendere Cannes una delle più ricche e sfarzose località della Costa Azzurra. Qui tutto è alla massima espressione: dalla vita notturna, allo sport nautico, agli eventi culturali e gli spettacoli, fino alle vie dello shopping, i centri benessere, i ristoranti e gli alberghi più lussuosi. Cannes, grazie al Palais des Festivals et des Congrès, è anche una location capace di ospitare meeting, convention e eventi di grande richiamo. 
Rimane pressoché inalterato il fascino del porto vecchio, il Port Vieux, che accoglie i pescherecci e gli yacht. Dalla stazione marittima, esistono dei battelli che portano alla scoperta delle favolose isole di Lerins.
La Rue Meynadier collega la zona moderna al quartiere Le Suquet, nell’affascinante città vecchia che, costellata di negozi e ristorantini, ne fa uno dei luoghi più pittoreschi di Cannes.

Hyères

Preferite, immersi nel blu, un tu per tu con una tartaruga marina o bramate scorgere, in un club di tendenza, il divo del momento, districandosi tra nugoli di fan?
Questa località è tra le favorite della Costa Azzurra da chi al traffico e al jet-set preferisce la natura, e da chi rifugge la mondanità delle celebri Cannes e St.-Tropez per dedicarsi a esplorare splendidi fondali marini, passeggiare all’ombra dei caratteristici giardini di palme, visitare la città vecchia abbarbicata sulla collina, praticare windsurf e funboard lungo i 20 km di spiagge. Per il Robinson Crusoe che c’è in voi, le “isole d’oro” di Hyères, ovvero Porquerolles, Port Cros e Le Levant risvegliano il desiderio di scoperta: l’azzurro cristallino del mare, le spiaggette idilliache, i villaggi tipici dove, approdati al porticciolo, si viene inebriati dal profumo di eucalipto e di piante di frutta e si possono percorrere meravigliosi itinerari a piedi o in bicicletta o gustare la cucina locale. Per calarci nello spirito esploratore di Jaques Cousteau e la sua dedizione per il mondo sottomarino, potremo immergerci nei fondali del parco nazionale marino e ornitologico di Port Cros. In questa riserva potrete ammirare l’ecosistema del sentiero sottomarino lungo la spiaggia della Palud, armati solo di pinne, maschera e boccaglio. Insomma, un posto da rimanere a bocca aperta.

Nizza

Inforcate gli occhiali da sole per una passeggiata stile belle époque sulla Promenade des Anglais, senza dimenticare però le carte di credito: che sia un bistrôt nella città vecchia a conquistarvi, piuttosto che un negozio di design, un aperitivo alla Plage du Sporting o una cena in uno dei blasonati ristoranti, le cifre sono infatti quasi sempre proibitive, ma Nizza vi ripagherà ugualmente con divertimenti, mondanità, sport, arte e cultura.

Principato di Monaco

Il principato di Monaco è la nazione più piccola al mondo. Michael Schumacher la percorse in 1:14.439 con la sua Ferrari nel celebre circuito cittadino di F1. Ma il visitatore avrà bisogno di più tempo, però, per godersi la meraviglie di questa città. Se giocare al Casinò di Montecarlo, frequentare i club, bar e ristoranti più prestigiosi, concedersi un trattamento alle Thermes Marins de Monte Carlo, oppure ormeggiare una barca al Port de Monaco può essere appannaggio solo dei più facoltosi, è decisamente a portata di tutti il fantastico Museo Oceanografico. Situato in una spettacolare posizione sulla scogliera, aperto tutto l’anno tranne il giorno del Gran Premio, è facilmente raggiungibile dalla stazione dei treni. Non si potrà che rimanere estasiati dai suoi stupendi acquari.

St.-Tropez 

Prima ancora di entrare nell’Olimpo del jet-set internazionale, grazie anche alla risonanza creata da un’icona generazionale come Brigitte Bardot, questa località era frequentata da famosi pittori e scrittori come Guy de Maupassant, Paul Signac e Jean Cocteau, che qui hanno lasciato affascinanti testimonianze dei propri soggiorni.
Inutile dire che il fascino del porto antico o del mercato del mattino su Place de Lices passano in secondo piano quando i rotocalchi riprendono le celebrità che hanno contribuito a trasformare “Saint-Trop” in un leggendario luogo d’elite, tanto che i più affezionati frequentatori non vedono di buon occhio i nuovi progetti di allargamento della spiaggia libera.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure







 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)