Cosa Vedere a Napoli - Piazza Plebiscito - Napoli Spaccanapoli - Napoli Quartieri Spagnoli - Napoli Galleria Umberto I

Autore: Chiara-Marra





Scarica Guida Napoli:
PDF da stampare e rilegare




Napoli Luoghi E Suggestioni, Italia

Il modo migliore per conoscere Napoli è passeggiare per le sue strade più antiche, scoprendo le meraviglie più nascoste di questa splendida città:

  • Spaccanapoli - E' chiamata così perché, vista dall'alto, divide letteralmente in due la città. Spaccanapoli appare come un rettilineo lungo circa 2 km e largo appena 6 metri. Su entrambi i lati si dirama un vitto labirinto di stretti vicoli dotati di un fascino particolare. E' la Napoli antica, popolare, sanguigna. Attraverso Spaccanapoli si può compiere un itinerario a piedi in una delle zone più caratteristiche di Napoli, che corrisponde al Decumano inferiore della città greco-romana, con chiese, palazzi storici, piazze e antiche botteghe.
  • Vomero - Si tratta di un quartiere estremamente tranquillo e rilassante, praticamente l'opposto di Spaccanapoli. Qui si concentrano musei, monumenti, negozi e caffè storici della città. Un'esperienza indimenticabile è l'esperienza di una scalata con la funicolare di Montesanto, da cui si gode della splendida vista di Castel Sant'Elmo e della Certosa di San Martino.
  • Quartieri spagnoli - Uno dei luoghi più affascinanti della città, da scoprire poco a poco perdendosi nel suo fitto labirinto di vicoli e strade. Quando intorno al 1530 iniziò il periodo di dominazione spagnola, la città subì molte trasformazioni: vennero erette chiese, edificati palazzi e costruite strade, tra cui la splendida Via Toledo, che prese il nome dal viceré Don Pedro di Toledo. Nacquero in quegli anni i Quartieri Spagnoli, in un'area che oggi è compresa tra Corso Vittorio Emanuele e Via Toledo e misura circa 800.000 mq.
  • Via San Gregorio Armeno - E' famosa in tutto il mondo come "strada del presepe". In questa via, che collega il centro antico della città con le vie principali, sorgono alcuni importanti monumenti come il Monastero di San Gregorio Armeno. In questo luogo si concentrano moltissime delle attività artistiche e commerciali della città: botteghe di scultori, argentieri, doratori e, soprattutto botteghe in cui gli artigiani producono le statue del presepio, ancora oggi seguendo le antiche tecniche di un tempo.
  • Galleria Umberto I - Costruita alla fine dell'Ottocento, la Galleria Umberto I è una grandiosa struttura a quattro braccia in ferro e vetro con al centro una splendida e immensa cupola. Lo stile è simile a quello della Galleria Vittorio Emanuele di Milano.
  • Collina di Posillipo - Questa collina, formatasi sulla parete di un cratere, separa il Golfo di Napoli da quello di Pozzuoli dalla Grotta Romana. Fin dall'antichità questa zona era considerata un luogo residenziale in cui rigenerarsi dalle fatiche della vita cittadina. Lo dimostra il nome stesso: il termine greco Pausilypon significa " tregua dal dolore". Ancora oggi si possono ammirare bellissime ville che godono della splendida vista del Golfo, come il seicentesco Palazzo Donn Anna.
  • Napoli sotterranea - E' una "città sotto la città" di origini antichissime: gli scavi hanno portato alla luce manufatti risalenti a 5.000 anni fa. I greci costruirono sotto la città dei grandiosi monumenti funebri, mentre i romani scavarono acquedotti, grotte e gallerie. Oggi alcune parti dei sotterranei sono accessibili partecipando ad una visita guidata.
  • Piazza del Plebiscito - recentemente restaurata è la Piazza più spettacolare di Napoli: a forma di anfiteatro e circondata da splendidi monumenti come la Basilica di san Francesco di Paola, simile alla Basilica di San Pietro a Roma, il Palazzo Reale, la Galleria Umberto I.
  • Piazza Bellini - Un luogo animato e pieno di vita, popolato da caffè all'aperto che si affollano attorno al monumento all'omonimo compositore e allo scavo che ha riportato alla luce le antiche mura greche che un tempo sorgevano al posto della Piazza.
  • Piazza del Gesù Nuovo - E' attraversata da Spaccanapoli, la celebre e antichissima via di Napoli. Qui si addensano alcuni dei monumenti più significativi della città: Palazzo Pignatelli, la Guglia dell'Immacolata, la Chiesa di Gesù Nuovo, il Monastero di Santa Chiara.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure







 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)