Storia di Milano - Storia e Cultura Milano - attrazioni Milano - arte Milano - guida storica Milano

Autore: E-S





Scarica Guida Milano:
PDF da stampare e rilegare




Milano Storia E Cultura, Italia

Le origini della città risalgono al 400 a.c. quando i Galli s'insediarono in quest'area della pianura padana sconfiggendo le popolazioni etrusche ormai in declino. Quando nel 222 a.c. la città fu conquistata dai Romani e annessa all'Impero, assunse il nome di Mediolanum. Dopo alcuni tentativi di ribellione, divenne definitivamente una colonia latina (89 a.c.) e poi capoluogo della regione (15 a.c.). Con il passare del tempo, grazie anche alla sua posizione strategica, Mediolanum acquisì il titolo di "Roma secunda". Dal 313 d.c., anno in cui l'imperatore Costantino emanò l'Editto di Tolleranza nei confronti del Cristianesimo, vennero costruite molte basiliche e fu nominato il primo vescovo: Ambrogio, talmente influente che la Chiesa divenne Chiesa Ambrosiana.

Dopo la caduta dell'Impero Romano, Milano fu lasciata in balia dei barbari fino a quando non fu conquistata dai Longobardi (569 d.C.). Verso la fine del 700 i Vescovi riuscirono a portare ai massimi livelli la loro influenza, stringendo un'alleanza con gli imperatori: Ottone di Sassonia, incoronato re d'Italia nella Basilica di Sant'Ambrogio, legittimò ulteriormente questo potere.

Nella prima metà dell'anno 1000, l'Arcivescovo di Milano divenne il personaggio politico più potente di tutto il Nord Italia. Dopo una serie di tribolazioni politiche, Milano si costituì Comune (1117) emancipandosi gradualmente dall'Arcivescovo ed espandendosi dichiarando guerra ad altri comuni limitrofi. Successivamente il tentativo di dominazione di Federico I di Svevia provocò la nascita della Lega Lombarda che lottò per l'indipendenza della città, conclusasi nel 1176 con la vittoria sul Barbarossa.

A partire dal 1200, Milano accrebbe sempre di più il proprio prestigio fino ad evolversi da Comune a Signoria: le mura della città vennero ampliate, si edificarono nuovi palazzi e si lastricarono strade. La salita al potere dei Visconti (1300), signori di Bergamo, Cremona, Piacenza, Brescia e Parma, determinò l'inizio di un lungo periodo di splendore e prosperità. Si costruirono edifici monumentali tra i quali il Duomo (1386), che presto divenne il simbolo di Milano. Ai Visconti succedettero gli Sforza i quali portarono la pace dopo anni di battaglie contro Venezia e Firenze. Sotto il ducato degli Sforza, Milano sviluppò scienze, arti e lettere: alla corte di Ludovico il Moro vennero chiamati Leonardo da Vinci e il Bramante.

Nel 1535 con Carlo V ebbe iniziò un periodo lungo quasi due secoli di dominazione spagnola, raccontato da Alessandro Manzoni ne "I Promessi Sposi".
Ai primi del 1700 gli austriaci entrarono a Milano: sotto la dominazione austriaca Milano conobbe un profondo fermento culturale. Vennero edificati il Teatro La Scala, in cui esordì Giuseppe Verdi, molti Palazzi in stile neoclassico e l'Arco della Pace. Nel 1859 gli austriaci vennero cacciati da Milano che venne annessa al Regno del Piemonte che nel 1861 divenne Regno d'Italia. Milano fu eletta sin da subito la capitale economica e culturale, mantenendo il titolo fino ad oggi.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure




Scarica Guida Milano:
PDF da stampare e rilegare

Destinazioni in Milano

Scegli dove vuoi andare



  •  



 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)