Livorno ristoranti - Livorno gastronomia - Livorno dove mangiare - Livorno mangiare e bere - Livorno dove cenare

Autore: naan





Scarica Guida Livorno:
PDF da stampare e rilegare




Livorno Gastronomia, Italia

La cucina livornese è basata principalmente sui prodotti del mare con l'aggiunta di ingredienti dell'entroterra, poveri ma genuini, una cucina densa di aromi e di sapori, in cui il pesce è protagonista assoluto. La gastronomia si caratterizza anche per il forte legame della città con la sua storia, fatta con le genti e culture diverse che vissero a Livorno per tanti secoli.

Il piatto più famoso è il cacciucco, una zuppa a base di svariate qualità di pesce (almeno cinque) con aglio, pomodoro, zenzero, prezzemolo e pane abbrustolito; altri primi piatti sono la zuppa o la pasta con le arselle ed il risotto al nero di seppia, una vera ghiottoneria. Per un gustoso spuntino non perdetevi la torta di ceci, una focaccia a base di farina di ceci da mangiare tra due fette di pane. Infine una curiosità: gli Ebrei provenienti dal Nord Africa hanno portato a Livorno il cuscussù, una versione particolare del cous-cous maghrebino.

Anche i secondi piatti sono a base di pesce: ricette classiche sono le triglie "alla livornese", cotte nella salsa di pomodoro con aglio e prezzemolo, oppure il baccalà e lo stoccafisso "alla livornese". Gli amanti del pesce potranno sbizzarrirsi scegliendo anche tra crostacei, seppie, dentici, orate, calamari, e crostacei, preparati nei modi più vari. Dalla tradizione ebraica livornese arrivano lo stufato di lattuga e carciofi ed il cavolfiore con le fette. Nella cucina dell'entroterra predomina la carne di manzo, della pregiata razza "chianina", e naturalmente il cinghiale.

Ebraici sono anche alcuni dolci tipici, come le roschette, biscotti della Pasqua ebraica, e la schiacciata di Pasqua, una torta aromatizzata all'anice. Per concludere un pasto alla maniera livornese, niente di meglio di un bicchiere di ponce. È la versione livornese del punch che qui si prepara con caffé, rum e una scorza di limone.

Vino: lungo la Costa degli Etruschi si estendono le zone DOC Bolgheri, Val di Cornia e Montescudaio, che dagli anni novanta si sono conquistate fama internazionale grazie ad etichette di grande prestigio come il Sassicaia e l'Ornellaia. Tra i rossi, oltre a questi celebri "supertuscan", ci sono anche più abbordabili Sangiovese, Cabernet e Merlot. I bianchi includono Ansonica, Vermentino, Sauvignon, Chardonnay e l'Aleatico, un pregiato vino passito che ben si accompagna alla pasticceria secca.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure




Scarica Guida Livorno:
PDF da stampare e rilegare




 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)