Musei Agrigento - Chiese di Agrigento - Museo Regionale Archeologico Agrigento - Cattedrale Agrigento - Casa di Pirandello ad Agrigento

Autore: AAPIT Agrigento e APT Trapani





Scarica Guida Agrigento:
PDF da stampare e rilegare




Agrigento Chiese E Musei, Italia

In cima al colle che domina la Valle dei Templi sorge l'Agrigento medievale e moderna. Il nucleo della città è un dedalo di vicoli e cortili che rivelano l'impronta tipicamente araba, tra i quali ci si può addentrare per scoprire un tesoro di chiese e palazzi.

L'ingresso della città medievale è il piazzale Aldo Moro. Da qui parte la settecentesca via Atenea fiancheggiata da vecchi palazzi, negozi e piacevoli caffé. Lungo via Atenea si incontra la chiesa barocca di San Lorenzo; a sinistra della chiesa sia apre l'ingresso agli antichi ipogei greci, una rete di acquedotti sotterranei costruiti nel V sec. a.C.


La Cattedrale

Ci si arriva risalendo i vicoli da Piazza Pirandello. L'edificio è preceduto da uno scenografico scalone. La sua costruzione risale al XI secolo, ma subì molti rimaneggiamenti nei secoli, che le danno un aspetto del tutto singolare. La facciata è fiancheggiata da un campanile incompiuto, abbellito da un balcone riccamente ornato. L'interno, diviso in tre navate, è un trionfo di decorazioni barocche ma ciò che forse colpisce di più è il soffitto in legno riccamente adornato fino a sembrare un giardino appeso. Tra le cappelle della chiesa visitate quella di San Gerlando, nel transetto destro.


Chiesa di Santo Spirito

Santo Spirito è un convento cistercense costruito nel 1260 con un bellissimo portale gotico sormontato da un rosone. L'interno è un'unica navata che racchiude sculture in stucco. Visitate anche il convento attiguo con il bellissimo chiostro, senza perdervi i dolci tipici a base di mandorle o pistacchi, preparati dalle monache di clausura.


Museo Archeologico Regionale

Orari: tutti i giorni 9.00-12.30

Si trova tra la città moderna e la Valle dei Templi, al centro del quartiere Ellenistico-Romano. Il museo conserva nelle 18 sale numerosi splendidi reperti provenienti da Agrigento e dal territorio, divisi per temi espositivi. Bellissima la collezione di vasi attici, tra cui il famoso cratere di Dioniso, e la statua in marmo dell'Efebo di Agrigento, un giovane atleta del V sec. a.C.


Chiesa di San Nicola

A lato del Museo Archeologico si trova questa chiesa in tufo, costruita nel XIII sec. con materiali provenienti dal tempio di Zeus in rovina. Entrati dal bel portale romanico, si accede alla navata unica. La seconda cappella a sinistra contiene il sarcofago romano di Ippolito e Fedra che Goethe amò molto nel suo soggiorno ad Agrigento. Il sarcofago è decorato con bassorilievi che raccontano la tragica storia di Fedra e del figliastro Ippolito, che fu bandito o ucciso per ordine di Fedra per non aver corrisposto il suo amore.


Casa di Pirandello

A sud di Agrigento e della Valle dei Templi, nella località di Caos, sorge la casa natale del drammaturgo Luigi Pirandello. La casa museo conserva materiale scritto e iconografico: foto di famiglia, ritratti dello scrittore, immagini di scena, documenti manoscritti, edizioni di testi teatrali e romanzi. Dalla casa consigliamo una breve passeggiata al pino dove Pirandello amava fermarsi a contemplare. Qui l'autore ha voluto essere sepolto. Un semplice cippo di pietra, ritoccato dallo scultore Mazzacurati, ospita l'urna con le ceneri del Maestro.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure




Scarica Guida Agrigento:
PDF da stampare e rilegare

Destinazioni in Agrigento

Scegli dove vuoi andare



  •  



 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)