Storia , Siviglia: Guida Siviglia: Spagna - Nozio 0%

Autore: goldmund100





Scarica Guida Siviglia:
PDF da stampare e rilegare




Siviglia Storia, Spagna

La leggenda racconta che fu Ercole a fondare Siviglia ma è più appropriato sostenere che fu il trionfo dei romani sui cartaginesi ad aprire la porta all’Impero che, per volontà di Giulio Cesare, nel 45 a.C. trasformò gli abitanti dell’antica Hispalis in cittadini di Roma e diffuse il Cristianesimo in Andalusia.

All’invasione dei Visigoti e al brutale saccheggio di Siviglia del 426 d.C. seguirono secoli di sviluppo culturale e commerciale, presto dimenticati con l’arrivo degli arabi e della dinastia degli Almohadi, che fecero della città la capitale del Califfato di Cordova.

Durante questo periodo Siviglia conobbe lo splendore, simboleggiato dalla costruzione della fortezza dell’Alcazar, della spettacolare moschea, del celebre minareto (la Giralda) e della Torre de Oro.

L’invasione di Ferdinando III di Castiglia (1248) riconvertì Siviglia al cattolicesimo e sorse l’attuale straordinaria cattedrale al posto della moschea, mentre l’Alcazar divenne la sede del Regno di Castiglia nonché la prova dell’avvenuta Reconquista.

La scoperta delle Americhe rafforzò ulteriormente il ruolo di Siviglia che, grazie all’accesso al mare garantito dalla navigabilità del Guadalquivir, accolse i maggiori traffici e ospitò la Casa de Contratación, il principale istituto commerciale del regno di Isabella la Cattolica e di Carlo V poi.

All’inizio del XVII secolo, Siviglia era la terza città del mondo occidentale per densità di popolazione e ricchezza commerciale, la sua corsa fu frenata dall’insabbiamento del Guadalquivir e dalle terribili epidemie che sconvolsero subito dopo l’Europa.

Dopo due secoli che la fecero conoscere al mondo più come meta turistica (la ‘Carmen’ di Bizet fu ambientata proprio qui), Siviglia ritornò brevemente al centro del mondo con la prestigiosa Esposizione Universale del 1929 prima di subire la violenza della Guerra Civile e la dittatura franchista.

Il nuovo profilo urbano creato dall’EXPO si manifesta nelle mirabili Piazza di Spagna e Piazza America ma fu l’Esposizione del 1992 - che commemorava il V centenario della scoperta delle Americhe – a rinnovare il profilo urbano di Siviglia con palazzi avanguardisti, il ponte dell’Alamillo che conduce al Parco Tecnologico della Certosa e la ferrovia ad alta velocità.

Oggi Siviglia ci appare in perfetto equilibrio tra passato e modernità, con un esteso centro storico quasi tutto pedonale e la futuristica linea 1 della metropolitana che ci trasporta per oltre 22 km in ogni angolo della città.

Autore:Nozio



Aggiungi ai tuoi oppure







 

Cerca hotel a

Quando? (facoltativo)